top of page

ALLATTAMENTO: UN SOGNO INFRANTO DA CHI DOVREBBE ESSERE D'AIUTO



Ho deciso di raccontare la mia storia proprio durante la SAM, la settimana dedicata all'allattamento.


Quando ho scoperto di essere incinta la mia più grande paura era proprio quella di non riuscire a nutrite al seno mio figlio.

Era una cosa a cui tenevo moltissimo, tanto da fare di tutto per poter avverare questo sogno.


Dopo il parto è arrivata la montata lattea naturalmente. Infatti nei primi giorni ho potuto allattare anche se riscontravo grosse difficoltà.

Il problema è nato dal fatto che in ospedale non sono stata seguita correttamente. Mi sono sentita trascurata e non aiutata perché ho avuto a che fare con quattro figure diverse (ostetrica, pediatra, Oss e infermiera): ognuna di loro mi dava un'OPINIONE diversa su come fare, così da perdere i giorni migliori per poter stimolare il latte perché mio figlio non si attaccava correttamente.


Ho chiesto aiuto ad un'ostetrica esperta in allattamento, la quale mi ha fatto intraprendere un percorso fatto di stimolazione con tiralatte e integratori.

Purtroppo però erano passati troppi giorni dal parto e il latte è mancato repentinamente.


Passare al latte artificiale è stata la decisione più difficile e sofferta che abbia dovuto prendere, ancora non me ne faccio una ragione.

Ho allattato solo per 20 giorni, ma quell'emozione di nutrire mio figlio al seno non la dimenticherò facilmente.

In ospedale spingono tanto ad allattare al seno, ma poi non sono in grado di aiutare le neo mamme.


In tante pensano che dare la formula sia più comodo ma non è proprio così: riscontro giornalmente tante difficoltà.

Mi rimane solo tanta rabbia e rammarico di essere stata privata di un rapporto così speciale con mio figlio.



Foto di Sarah Chai


Rinascere Mamma dà voce alle mamme che vogliono raccontarsi.

Inviaci anche tu la tua storia, la leggeremo e avremo cura di pubblicare le più significative.

Ti aspettiamo qui: VOCI DI MAMME.

222 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page