top of page

LA MIA TRIBOLATA MATERNITÁ



Fin da bambina avevo un sogno, come tutte le bambine che tengono il loro sogno in un cassetto, in un quadernetto, o semplicemente racchiuso nel cuore.


Il mio sogno più grande era sposarmi e avere una famiglia numerosa.

Non l'ho rincorso quel sogno, ma quando ho trovato la persona giusta per me, sentivo forte questo desiderio di diventare moglie e mamma: per me era la mia ragione di vita e fantasticavo su come poteva essere il mio bimbo, ma il nostro cammino è stato duro e faticoso, pieno di dolore e pianti.


Chiedevo a Dio perché proprio a me, a noi.

Finché un giorno ho detto basta e abbiamo intrapreso il cammino dell'adozione: colloqui, sedute, e una lunga l'attesa, e intanto la domanda rimaneva al tribunale, ferma chissà per quanto e chissà quando sarebbe stata vista nei plichi di mille domande.


Sentivo il mio cuore ormai spezzato da tanti tentativi falliti e decisi che era ora di cambiare

aria e di andare a fare un viaggio: avevo voglia di cambiare, di vedere un posto nuovo, respirare qualcosa di diverso.

E mi ricordo che quell'anno io mio marito abbiamo trascorso la più bella vacanza della nostra vita... E due mesi dopo il nostro rientro scoprii di aspettare te bimba mia!


Ho passato una gravidanza molto pensante e difficoltosa, ma ho realizzato il mio sogno, ho avuto il mio regalo più bello: TE amore mio!


Ti ho desidero tanto e Dio mi ha messo alla prova in tutto.


Ed ora, bimba mia, desidererei darti un fratellino o una sorellina, ma ancora una volta non arriva e prego ogni notte Dio di ascoltare le mie preghiere.



Foto di juliane sanchez


Rinascere Mamma dà voce alle mamme che vogliono raccontarsi.

Inviaci anche tu la tua storia, la leggeremo e avremo cura di pubblicare le più significative.

Ti aspettiamo qui: VOCI DI MAMME.

180 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Comentarii


bottom of page